Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie

22 Sep, 2017

Curricolo d'Istituto

Le Indicazioni costituiscono il quadro di riferimento per la progettazione curricolare affidata alle scuole, nel rispetto e nella valorizzazione dell’autonomia delle istituzioni scolastiche.

Il curricolo d’istituto è espressione della libertà di insegnamento e dell’autonomia scolastica ed esplicita le scelte della comunità scolastica e l’identità di istituto.

Ogni scuola predispone il curricolo all’interno del Piano dell’Offerta Formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina.

A partire dal curricolo di istituto, i docenti individuano le esperienze di apprendimento più efficaci, le scelte didattiche più significative, le strategie più idonee, con attenzione all’integrazione fra le discipline e alla loro possibile aggregazione in aree, così come indicato dal Regolamento dell’Autonomia Scolastica, che affida questo compito alle istituzioni scolastiche.

Fin dalle scuola dell’ infanzia, nella scuola primaria e nella scuola secondaria di primo grado l’attività didattica è orientata alla qualità dell’apprendimento di ciascun alunno e non ad una sequenza lineare di contenuti disciplinari. I docenti, in stretta collaborazione, promuovono attività significative nelle quali gli strumenti e i metodi caratteristici delle discipline si confrontano e si intrecciano tra loro, evitando trattazioni di argomenti distanti dall’esperienza e frammentati in nozioni da memorizzare. ( cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, 2012).

Nel nostro istituto, ai sensi della normativa vigente (D.P.R. 89 /2009), la scuola dell’infanzia offre un tempo scuola di otto ore giornaliere su cinque giorni settimanali;

la scuola primaria prevede un’ articolazione dell’orario su un tempo scuola di 27 h settimanali, o su un tempo scuola di 40 h settimanali (Tempo Pieno) su cinque giorni settimanali;

la scuola secondaria di primo grado è organizzata con un tempo scuola di 30 h settimanali, su sei giorni.

Il curricolo della scuola dell’infanzia non coincide con la sola organizzazione delle attività didattiche che si realizzano nella sezione e nelle intersezioni, negli spazi esterni, nei laboratori, negli ambienti di vita comune, ma si esplica in un’equilibrata integrazione di momenti di cura, di relazione, di apprendimento, dove le stesse routines svolgono una funzione di regolazione dei ritmi della giornata e si offrono come “base sicura” per nuove esperienze e nuove sollecitazioni.

Il curricolo della scuola primaria intende favorire l’orientamento verso gli studi successivi mediante esperienze didattiche non ripiegate su se stesse ma aperte e stimolanti, finalizzate a suscitare la curiosità dell’alunno e a fargli mettere alla prova le proprie capacità.

Tutti i modelli organizzativi della scuola primaria confluiscono in un piano formativo unitario con comuni traguardi di competenze da raggiungere.

L’offerta di Tempo Pieno, si avvale di un modello organizzativo unitario senza articolazione di momenti opzionali e/o facoltativi.

Il tempo pieno si configura come una opportunità preziosa non solo e non tanto quale servizio sociale offerto alle famiglie, quanto quale risorsa organizzativa e didattica che consente sia tempi di apprendimento più distesi, sia la possibilità di integrazione del curricolo con una più mirata attenzione agli eventuali interventi personalizzati.

La possibilità di tempi scuola differenziati permette iniziative progettuali volte ad approfondire, a rafforzare, ad ampliare le conoscenze degli alunni in relazione agli obiettivi da raggiungere. L’organizzazione e la gestione dell’orario mira ad assicurare l’efficacia dell’insegnamento e a garantire agli allievi l’opportunità di “imparare ad imparare”.

Il curricolo della scuola secondaria di primo grado deve tener conto di informazioni sempre più numerose ed eterogenee e si confronta con la pluralità delle culture.. Alla scuola spetta il compito di fornire supporti adeguati affinché ogni persona sviluppi un’identità consapevole e aperta. Il “fare scuola” oggi significa mettere in relazione la complessità di modi radicalmente nuovi di apprendimento con un’opera quotidiana di guida, attenta al metodo, ai nuovi media e alla ricerca multidimensionale.

Al contempo significa curare e consolidare le competenze e i saperi di base, che sono irrinunciabili perché sono le fondamenta per l’uso consapevole del sapere diffuso e perché rendono precocemente effettiva ogni possibilità di apprendimento nel corso della vita.

La Scuola Secondaria di Primo Grado forma l’uomo e il cittadino e lo orienta nella scelta dell’attività successiva e partono dal presupposto che la personalità dell’alunno si struttura su aree e capacità diversificate (cognitive, affettive, emotive, senso-motorie, sociali) al cui sviluppo concorrono tutte le discipline.

Nello sviluppare il curricolo i docenti, alla luce delle Indicazioni 2012 e considerando gli indirizzi stabiliti dal C.di Istituto, concentreranno l’azione didattica sui saperi essenziali delle discipline, al fine di assicurare il raggiungimento dei traguardi per lo sviluppo delle competenze. Per garantire una coerente programmazione in verticale, all’interno dell’I- stituto, sono stati istituiti i dipartimenti di area, con l’obiettivo di potenziare i momenti di confronto sui percorsi didattici, sulle metodologie, i traguardi ed i criteri di valutazione.

I nuovi strumenti e i nuovi linguaggi della multimedialità rappresentano ormai un elemento fondamentale di tutte le discipline. Tecnologia dell’informazione e della comunicazione e tecnologie digitali, oltre alla padronanza degli strumenti permettono all’alunno di sviluppare un atteggiamento critico e una maggiore consapevolezza della realtà. Compito educativo cruciale, condiviso tra le diverse discipline, è la conoscenza e la padronanza di questi strumenti.

 

SCARICA O VISUALIZZA IL QUADRO ORARIO cliccando qui